Gli amminoacidi ramificati contrastano la produzione di acido lattico, riducono l'appannamento mentale da affaticamento e migliorano le difese immunitarie, messe a dura prova dal forte impegno fisico (la leucina favorisce infatti la sintesi di glutammina). In campo medico uno dei principali impieghi degli amminoacidi ramificati riguarda la cura degli ustionati gravi.

Questi integratori possono anche essere utilizzati come ricostituente per favorire il recupero dopo un infortunio. In simili circostanze la sintesi proteica aumenta, grazie all'attivazione delle cellule satellite che si fondono con le fibre muscolari donandogli il loro nucleo. La fibra muscolare danneggiata, grazie all'aumentato numero di nuclei, incrementa la sintesi di Aminoacidi contrattili, di recettori per gli ormoni anabolici e di nuovi capillari. Per ottimizzare tali processi è molto importante mantenere alto il livello di amminoacidi ramificati, tramite una dieta adeguata ed una corretta integrazione.

Fabbisogno e modalità d'assunzione
Il catabolismo muscolare può essere evitato adottando una strategia alimentare ottimale. Contemporaneamente è possibile favorire i processi anabolici fornendo all'organismo tutti gli amminoacidi ramificati di cui ha bisogno.

Il protocollo più efficace prevede una doppia assunzione di amminoacidi, una precedente l'impegno agonistico ed una successiva.

Si consiglia l'assunzione di 4-6 compresse al giorno (dai quattro ai sei grammi). Due o tre di queste andrebbero assunte preferibilmente 30-60 minuti prima dell'esercizio fisico per prevenire il catabolismo e migliorare la prestazione atletica generale. Le rimanenti andrebbero invece assunte entro un'ora dal termine dello sforzo, in modo da recuperare più in fretta e favorire, indirettamente l'aumento del livello prestativo.

Nel caso di discipline particolarmente lunghe l'assunzione può avvenire anche durante l'impegno fisico, assumendo una compressa ogni ora.

Prima di coricarsi per il riposo notturno è invece più indicata l'integrazione con Aminoacidi del siero del latte.
Una curiosità: qual'è il termine corretto, aminoacidi o amminoacidi?

Il termine corretto è amminoacidi, poichè tale parola deriva da ammina, una parte fondamentale della molecola amminoacidica

Il termine aminoacidi viene invece fatto derivare dall'inglese aminoacids